· 

Una colazione proteica...leggi l'articolo...

07/10/2017  La Cucina Italiana

Salmone, bresaola, uova. Ma anche yogurt, legumi, frutta e parmigiano: ecco 5 modi per iniziare la giornata con la marcia in più data dalle proteine.

Vi capita mai di fare colazione, magari al bar e con un mega cornetto e un fumante cappuccino, ma dopo poco iniziate già a sentire quel fastidioso buchino allo stomaco che nel giro di una manciata di minuti si tramuta in una voragine? Ecco, succede quando la colazione è troppo zuccherina e poco sostanziosa dal punto di vista dei nutrienti. Inserire delle proteine nel primo pasto della giornata, invece, aiuta a rimanere sazi più a lungo. Ecco cinque idee per la colazione proteica dal lunedì al venerdì: ce ne sono anche di dolci e adatte a vegetariani e vegani: non vi resta che provare.

 

Lunedì: pane di segale con salmone o bresaola

Colazione proteica semplicissima per affrontare il lunedì: del pane di segale tostato con qualche fettina di salmone o di bresaola. Il pane di segale è fonte di carboidrati complessi e di fibre, questo significa che l’energia viene rilasciata gradualmente e che dona un maggiore senso di sazietà. Salmone e bresaola, invece, sono alimenti ricchi di proteine, perfetti anche per gli sportivi.

 Se il pane di segale è troppo asciutto per i vostri gusti, provate a tostarlo, e se vi fa piacere a spalmarci sopra anche della robiola o della polpa di avocado.

 

Martedì: uova alla coque, un classico delle idee per la colazione proteica

A lungo demonizzate, ormai le uova sono state sdoganate e vengono considerate un alimento sano e da consumare ben più frequentemente della una o due volte a settimana a cui eravamo abituati. Mantenere il tuorlo morbido le rende più digeribili, oltre che golose (e poi si riducono i tempi di cottura, che al mattino è cosa utile). Intingeteci dei bastoncini di pane integrale tostato e completate il pasto con una spremuta: la colazione è servita.

 

Mercoledì: hummus per una giornata vegana

Chi ha detto che le proteine sono solo animali? Ecco un’idea per una colazione proteica vegana: l’hummus di ceci, un patè vegetale di origine mediorientale, con dei cracker di farro oppure delle gallette integrali.

L’hummus si può preparare anche la sera prima e magari in questo caso si può fare un’eccezione e omettere l’aglio, ingrediente fondamentale: non tutti amano gusti così forti di prima mattina.

 

Giovedì: dolci proteine

Anche chi ama la colazione dolce può inserire una buona quota proteica nel primo pasto della giornata. Preparate delle coppette golose alternando strati di yogurt greco (o di soia) con la vostra frutta fresca che preferite. Terminate con qualche mandorla tritata e tuffate il cucchiaino in cotanta (semplice) bontà.

In alternativa, aggiungendo una banana e qualche cubetto di ghiaccio, potete preparare uno smoothie fresco e denso.

 

Venerdì: parmigiano, pere e noci

Ecco un’idea per una colazione proteica da fare quando si ha proprio pochissimo tempo: tocchetti di parmigiano, una pera (o dell’uva) e qualche noce. Si può anche preparare in anticipo e mettere in un lunch box. Questa colazione è poi talmente facile da mangiare, che è perfetta da consumare anche mentre si va in ufficio (eventualmente con qualche fetta di pane di accompagnamento), per poter dormire qualche minuto in più.

Scrivi commento

Commenti: 0